Pubblicato da: federicologiudice | 30 maggio 2013

A un passo dal Triplete

Immagine

di Federico Lo Giudice

BERLINO Ancora una sforzo. L’ultimo per coronare una stagione fantastica. Dopo aver messo le mani sulla Bundesliga e lo scorso weekend a Londra anche sulla Champions League, il Bayern sabato sera a Berlino contro lo Stoccarda proverà a vincere la sua 16ª Pokal e conquistare quel triplete sfuggito nel 2010 sotto la guida di van Gaal. L’impresa non pare delle più ardue, soprattutto per una squadra che in questa stagione ha perso solo 3 volte nelle 53 occasioni in cui è scesa in campo tra Supercoppa, campionato, Champions League e coppa nazionale. A rendere ancora più evidente la supremazia del Bayern ci sono anche le reti realizzate e subite: ben 149 quelle all’attivo (2 in Supercoppa di Germania, 98 in Bundesliga, 31 in Champions e 17 in Pokal) contro le 32  incassate (1 in Supercoppa di Germania, 18 in Bundesliga, 12 in Champions e solo una in Pokal). Una media realizzativa di 2,8 gol a partita che difficilmente la difesa della Stoccarda (55 reti incassate solo in campionato) potrà rallentare, visto anche che nelle ultime 8 sfide tra le due squadre gli Svevi hanno sempre perso e il loro allenatore, l’italo-tedesco Bruno Labbadia, da tecnico non ha mai battuto il Bayern.

DIKTAT Pensare, quindi, che a Berlino lo Stoccarda possa compiere l’impresa di battere i neo-campioni della Champions  League appare poco realistico. Un’impresa che dovrebbe restare tale anche se il Bayern dovrà fare a meno di Dante e Luiz Gustavo. I due giocatori brasiliani, infatti, nelle prossime ore saranno in volo per raggiungere la Seleçao a Rio de Janeiro, dove il Brasile di Scolari è in ritiro per preparare la Confederations Cup. Una vicenda questa che ha fatto arrabbiare non poco la dirigenza del club tedesco, che si è vista “scippare” i suoi giocatori alla vigilia della finale di Pokal. La CBF, la federcalcio brasiliana, nei giorni scorsi si era rivolta alla FIFA per ottenere che il Bayern liberasse entro sabato prossimo i due giocatori convocati da Scolari per la manifestazione continentale che prenderà il via il prossimo 15 giugno. Il resto della Seleçao, infatti, da mercoledì si è radunata, ma all’appello mancano proprio Dante e Luiz Gustavo. Un’assenza che la CBF non ha gradito e che ha spinto Carlos Alberto Parreira, coordinatore tecnico della nazionale brasiliana, a rivolgersi alla FIFA che ha stabilito che i due atleti dovranno presentarsi entro le 16 (ora brasiliana) di sabato prossimo all’appello e in caso contrario vietando al Bayern di poterli utilizzare per la finale di coppa di Germania. “Se il club tedesco utilizzerà i due giocatori nella finale di coppa, ha dichiarato Parreira, potrebbe essere penalizzato o perdere la partita”. Minaccia che ha costretto il Bayern ha liberare i due giocatori, non senza un pizzico di polemica. “Avremmo voluto giocare la finale – ha detto Rummenigge – potendo contare su tutti i nostri giocatori. Purtroppo non sarà così, anche per colpa della DFB che non ha pensato agli impegni della nazionali quando ha programmato la data della finale di Pokal. Peccato, ma credo che anche senza due elementi di valore come Dante e Luiz Gustavo riusciremo a vincere la coppa e centrare il nostro triplete”.

RINNOVI In attesa di scendere in campo contro lo Stoccarda, il Bayern ha ufficializzato il prolungamento dei contratti di Claudio Pizarro e Daniel van Buyten per un altro anno. Per il peruviano e il belga, in scadenza a fine giugno e cercati dallo Schalke e da altri club europei per la prossima stagione, l’avventura in Baviera continuerà anche sotto Guardiola, che certamente ha dato il suo assenso in questa operazione di mercato. Intanto Sammer, ds del Bayern, sarebbe vicinissimo a chiudere per Sebastian Rode, 22enne difensore dell’Eintracht Francoforte, che piace tanto all’ex allenatore del Barcellona. Il contratto di Rode, attualmente in Israele con l’Under 21 tedesca per gli Europei, scadrà il prossimo anno, ma i rapporti tra i due club tedeschi sono più che ottimi e le chance che il giovane difensore possa cambiare maglia per la prossima stagione sono abbastanza alte. Il Bayern, infatti, sarebbe anche disposto a lasciarlo ancora per un anno a Francoforte per permettergli di fare un pò di esperienza internazionale con la squadra di Armin Veh in Europa League.

PREZIOSA Mercato di rafforzamento su cui il Bayern può investire molto, si parla di circa 200 milioni di euro, anche grazie agli incassi di questa strepitosa stagione. Annata da incorniciare che ha regalato ai bavaresi un altro primato: quello di squadra più preziosa d’Europa. Nella top 10 continentale stilata dalla società inglese Magazine Brand Finance, infatti, il brand del Bayern vale 665 milioni di euro (57 milioni in più rispetto al 2012), che hanno permesso di superare il Manchester United che è sceso dai 660 della passata stagione agli attuali 648. In terza posizione c’è con 480 milioni di euro il Real Madrid che precede Barcellona (442,8), Chelsea (323,6), Arsenal (317,4), Liverpool (279,4), Manchester City (257), Milan (203,6) e Borussia Dortmund (201,2). Solo per la curiosità e per confermare quanto sia in crescita il calcio tedesco, all’11°posto c’è con 200,5 milioni di euro lo Schalke 04.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: