Pubblicato da: federicologiudice | 4 giugno 2013

Heynckes: addio rinviato

Immagine

Federico Lo Giudice

MONACO DI BAVIERA Altro che pensione. Jupp Heynckes per ora ha solo voglia di andare in vacanza con la moglie Iris e il suo cane per ricaricare le batterie dopo una stagione lunga, stressante e soprattutto ricca di successi. L’allenatore che ha portato il Bayern al triplete, prima squadra tedesca a riuscirci, nella sua ultima conferenza stampa da allenatore del club bavarese ha fatto capire che ancora non ha preso una decisione sul suo futuro.  “La stagione appena finita – ha detto oggi Heynckes – è stata particolarmente faticosa. Quello che voglio ora è andare in vacanza per rilassarmi e pensare al mio futuro. Ho ricevuto molte offerte da squadre importanti, ma ripeto che ancora non so cosa farò. L’unica certezza è che non allenerò più in Germania. Al Bayern – ha detto l’allenatore dei bavaresi con quasi le lacrime agli occhi – mi sono trovato benissimo. Non lascio un club, ma degli amici come Uli Hoeness e Rummenigge, ma anche tutti quelli che lavorano per questa squadra. Il mio Bayern ha dimostrato di essere una squadra moderna e contemporaneamente capace di vincere tutto dimostrando di essere migliore anche del Barcellona degli anni passato. Ho la certezza di lasciare al mio successore la squadra più forte del mondo”.

SIRENE SPAGNOLE Frecciatine a Guardiola a parte, in molti hanno provato a strappare ad Heynckes la parola “pensione”, ma il 68enne di Mönchengladbach non ha abboccato ed anzi ha rilanciato aprendo a un suo possibile ingaggio al Real Madrid con cui nel 1998 ha vinto la sua prima Champions League. “Ripeto che non so ancora cosa farò. E’ vero che alcuni club mi hanno cercato e questo mi lusinga. Io al Real? Potrebbe anche succedere, ma prima devo capire se ho ancora le motivazioni giuste per sedermi su una panchina così importante. In molti mi hanno consigliato di chiudere così, da vincitore con un triplete storico. Ma io amo questo sport e smettere non è così facile come molti pensano, nonostante abbia 68 anni e i capelli bianchi”.

PROPOSTA In attesa di capire se Heynckes si godrà la sua pensione o no, Karl-Heinz Rummenigge  ha ribadito un concetto già espresso in più circostanze in questa stagione. “Se Jupp un giorno decidesse di terminare le sue vacanze sa che qui al Bayern troverà sempre le porte aperte. In questi due anni e mezzo ha dimostrato che tipo di uomo è, ma soprattutto ha permesso al Bayern di tornare ad essere al vertice del calcio tedesco ed europeo. Gli siamo riconoscenti per quello che ha fatto e per questo saremo orgogliosi se accettasse di continuare a lavorare con il nostro club”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: