Pubblicato da: federicologiudice | 6 giugno 2013

Mercato: ufficiale addio Gomez-Bayern. Schürrle al Chelsea

Immagine

Federico Lo Giudice

MONACO DI BAVIERA Ora è ufficiale: Mario Gomez lascerà il Bayern. Da giorni si parlava del possibile divorzio dell’attaccante ispanico-tedesco dai freschi campioni d’Europa, ora è arrivata la conferma del suo addio direttamente dal suo agente  Uli Ferber attraverso un’intervista rilasciata al settimanale KIcker.  Una scelta, quella di Gomez, dettata dalla consapevolezza di non rientrare nei piani di Pep Guardiola e di rischiare, quindi, di vivere una stagione  tra panchina e tribuna e col  rischio di essere escluso dalla lista del ct Jogi Löw per i mondiali in Brasile.

FUTURO  Se la separazione è stata ufficializzata, smentendo anche il ds del Bayern Matthias Sammer, non lo sono ancora destinazione e richiesta economica del club di Säbenerstrasse. Sulla seconda, nonostante una clausola rescissoria di 75 milioni di euro, sembra che il Bayern sia disposto a non applicarla purché gli vengano offerti almeno 20 milioni di euro per l’acquisto del giocatore. Una richiesta più che ragionevole visto che nel 2009 il Bayern lo strappò allo Stoccarda per 35 milioni di euro, un record per la Bundesliga battuto lo scorso anno sempre dal Bayern con l’acquisto per 40 milioni di Martinez dall’Atletico Bilbao, e visto che Gomez in queste 4 stagioni in Baviera ha realizzato 75 reti in 115 partite.  Ma per rendere ancora più chiara l’idea sulle qualità di questo giocatore, basta analizzare la stagione appena conclusa: solo 1279 minuti giocati (tra Bundesliga, Champions e Pokal) e 19 reti realizzate, cioè un gol ogni 67 minuti e 3 secondi. Numeri impressionanti che logicamente hanno attirato l’attenzione di Napoli, Fiorentina, Manchester City, Chelsea e ultima la Juventus. Cinque possibili destinazioni che sono gradite all’attaccante. Forse, però, l’unica che Gomez potrebbe scartare è quella Viola, visto che la squadra di Vincenzo Montella non disputerà la prossima Champions League a differenza delle altre 4 pretendenti, ma soprattutto non avrebbe la possibilità di garantirgli lo stesso ingaggio percepito al Bayern (5 milioni netti l’anno più bonus). Problema che non avrebbero certamente Chelsea e Manchester City, che secondo alcune indiscrezioni sarebbero le mete preferite dal giocatore, ma che potrebbero avere  il Napoli, anche nel caso della cessione di Cavani alla cifra(63 milioni di euro) richiesta, e la Juventus di Antonio Conte.

SALUTI Chi invece ha già deciso che maglia vestire la prossima stagione è  Andre Schürrle. Il 22enne attaccante del Bayer Leverkusen attendeva solo l’accordo  tra il Leverkusen e il Chelsea che è stato trovato ieri sera a Lipsia durante la partita d’addio al calcio di Michael Ballack. Rudi Völler, ds delle Aspirine, e Josè Mourinho, ieri sulla panchina della squadra delle stelle che ha sfidato quella di Ballack, hanno parlato e risolto gli ultimi problemi per il trasferimento di Schürrle che ha firmato un contratto di 5 anni con in Blues. Al suo posto il Leverkusen ha preso dall’Amburgo il 20enne sudcoreano Heung Min Son (12 gol e 2 assist nella passata stagione) per 10 milioni di euro battendo la concorrenza del Wolfsburg.

TRASFERIMENTO Pronto a salutare la sua vecchia squadra è anche Robert Lewandoski. Il nazionale polacco ieri sulla Bild aveva dichiarato di voler terminare la sua esperienza con il Borussia Dortmund per andare a giocare nella squadra dei suoi sogni (Bayern?). Una dichiarazione che non poteva lasciare indifferenti i dirigenti del BVB. Così oggi è arrivata la risposta di Hans-Joachim Watzke, amministratore delegato del club giallonero, che ha fatto intendere che alla fine il Dortmund accontenterà il giocatore. “Presto prenderemo una decisione, ha detto Watzke. Abbiamo capito quale sia il desiderio del giocatore e trattenerlo contro voglia sarebbe stupido”. Realizzare il desiderio di Lewandowski costerà al Bayern circa 30 milioni di euro, l’accordo tra giocatore e bavaresi c’è già da tempo. Cifra questa  che il Dortmund investirà, insieme ai 37 incassati sempre dal Bayern per la cessione di Mario Götze, per trovare un degno sostituto. In cima alla lista ci sarebbe Lukas Podolski, attualmente all’Arsenal, che piace molto a Jürgen Klopp e a cui non dispiacerebbe tornare in Germania. Ma si pensa anche a Kevin De Bruyne, di proprietà del Chelsea, per il dopo Götze. Il centrocampista belga, classe 1991, la scorsa stagione ha giocato con il Werder Brema confermando quanto di buono si diceva su di lui: 10 reti in 33 partite.   Niente male per un debuttante di appena 21 anni.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: