Pubblicato da: federicologiudice | 25 giugno 2013

Bayern, Guardiola: “Qui per i giocatori e la storia: avevo bisogno di una nuova sfida”

Immagine

Federico Lo Giudice

MONACO DI BAVIERA Un’inizio perfetto. L’era Guardiola non poteva cominciare nel modo migliore e il merito è tutto dell’allenatore di Santpedor che si presenta sfoggiando un  più che discreto tedesco, che strappa qualche sorriso anche al gelido Matthias Sammer e fa innamorare la stampa tedesca. Nella grande sala dell’Allianz Arena per la prima conferenza stampa bavarese del 42enne catalano, che il capo ufficio stampa del Bayern ha definito la più grande della storia del club, ci sono 250 giornalisti di 11 nazioni e 44 troupe televisive, ma anche lo stato maggiore del Bayern con il presidente Uli Hoeness, l’a.d. Karl-Heinz Rummenigge e il d.s Matthias Sammer.

SALUTO Guten Tag sono state le prime parole dell’ex allenatore del Barcellona, che dopo l’anno sabbatico trascorso a New York a ricaricare le batterie e a studiare tedesco ora è pronto per iniziare la sua avventura sulla panchina bavarese. Non sarà facile, visto che eredita il Bayern più vincente della storia che nell’ultima stagione ha vinto tutto: Supercoppa di Germania, campionato, Champions   e coppa nazionale. “Sono un po’ nervoso: è un regalo per me essere qui, una fortuna: devo ringraziare i dirigenti. Se il Bayern ti chiama, devi rispondere subito: l’ho scelto per la storia e per i giocatori. I paragoni con il mio predecessore non mi spaventano e disturbano, del resto nelle grandi squadre è normale che ci siano e quindi accetto questa sfida senza paura o timori. Al Barcellona era tutto da ricostruire, qui tutto è diverso perché prendo una squadra che ha vinto tutto. Non sono così arrogante da dire che aprirò un’era. La mia filosofia? Mi piaceva il calcio da giocatore, mi piace ora da allenatore e soprattutto mi piace vivere la quotidianità parlando coi giocatori, allenandoli e creando un gruppo. Quello che posso dire con certezza e che lavorerò tanto, un passo alla volta. Questa squadra non ha bisogno di grandi cambiamenti e quindi credo che sia logico che prima conosca tutta la rosa per poi decidere anche il sistema di gioco. Anche se sapete benissimo che a me piace attaccare, che questa è la mia idea di calcio”.

MERCATO Bocca cucita, quindi, su quelle che potrebbero essere le prossime trattative per rafforzare la squadra. Guardiola, infatti, ha preferito sottolineare di non avere nessuna intenzione di “rubare giocatori a nessuno, soprattutto al Barcellona”. Un chiaro riferimento alle voci che parlano da qualche settimana di un possibile arrivo di Thiago Alcantara al Bayern. Ma come detto, il nuovo allenatore dei campioni d’Europa ha evitato di rispondere a tutte le domande che riguardavano il mercato. Lo ha fatto anche riguardo alla possibile cessione di Mario Gomez. “Gomez piace in Italia? Per me è un nostro giocatore e lavorerò con lui come con gli altri. Credo che questa domanda sia più corretta farla alla dirigenza del club”. Così a rispondere è l’amministratore delegato Karl-Heinz Rummenigge: “Mercoledì Mario sarà al raduno. Al momento non abbiamo ricevuto alcuna richiesta per lui e quindi è un giocatore del Bayern a tutti gli effetti”.

BATTUTE Guardiola ha anche voluto scherzare con la stampa facendo alcune gag riferite al suo tedesco e alla sua famiglia. “La mia insegnante a New York era una tifosa del Borussia Dortmund, forse anche per questo non mi voleva lasciare venire qui a Monaco. Quando mi raggiungerà la mia famiglia? Per il momento forse è meglio rimandare perché nei prossimi sei mesi sarò rinchiuso in Säbener Strasse (il centro sportivo del Bayern, ndr), non avrò tempo per i musei”. Battute a parte, da domani si inizierà a fare sul serio con il primo allenamento stagionale del Bayern che si terrà all’Allianz Arena davanti a 25 mila tifosi. A disposizione di Guardiola ci saranno solo 14 giocatori, tra cui i rientranti Schweinsteiger e Kroos, e forse qualche giocatore delle giovanili le cui partite Guardiola ha visionato durante la permanenza a New York. Dal 4 al 12 luglio, invece, il Bayern si trasferirà in Trentino per sostenere la prima parte della preparazione precampionato ed alcune amichevoli, tra cui una contro il Brescia, che daranno finalmente le risposte per capire come sarà sarà il nuovo Bayern di Pep Guardiola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: