Pubblicato da: federicologiudice | 9 luglio 2013

Un Torero per sognare

Immagine

Foto di Eleonora Raggi

Federico Lo Giudice

RIVA DEL GARDA Una favola. E come tutte le favole non poteva non avere un lieto fine. Da ieri alle 13 Mario Gomez è un nuovo giocatore della Fiorentina. A darne l’annuncio è stato Karl-Heinz Rummenigge, amministratore delegato del Bayern, arrivato in Trentino con quasi 48 ore d’anticipo, il suo arrivo era in programma oggi per l’amichevole dei campioni d’Europa contro il Brescia, per chiudere un’affare che i tifosi Viola temevano potesse svanire come quello di appena un’anno fa con il bulgaro Berbatov. Ed invece, a regalare un sorriso all’attaccante ispanico-tedesco e un sogno ai sostenitori della Fiorentina ci ha pensato Andrea Della Valle. Il presidente della Viola ha rotto gli indugi, telefonando a Rummenigge e dando l’accelerata decisiva per la conclusione della trattativa.

OLE’ Il primo indizio che si era arrivati alla fine di questa vicenda l’aveva dato, qualche minuto prima della comunicazione del Bayern, Arjen Robben nella sua conferenza stampa. L’olandese alla domanda sul possibile trasferimento di Gomez alla Fiorentina si è lasciato “sfuggire” la verità:    “Mario è uno dei migliori attaccanti d’Europa, è veramente un top player. Farà tanti gol e sarà uno dei più bravi nella sua nuova squadra”. Voleva essere un saluto sincero a un compagno di squadra con cui al Bayern ha condiviso sconfitte e successi, ma è stato l’assist migliore per portare allo scoperto la dirigenza bavarese che da lì a poco era “costretta”, tramite Rummenigge” a pubblicare sul suo sito ufficiale l’annuncio dell’accordo con la Fiorentina e un’intervista, fatta dalla Tv del club bavarese, nella quale il giocatore ringraziava i suoi vecchi tifosi e salutava quelli nuovi. Parole e comunicati che trovano conferma alle 17.15 quando Mario Gomez lasciava il ritiro del Bayern per ritornare a Monaco di Baviera. Ad attenderlo all’uscita dell’albergo c’era già qualche tifoso Viola con sciarpa e maglietta della Fiorentina, con tanto di numero e suo nome stampato, a cui l’attaccante ha dedicato solo un sorriso e un saluto, ma niente di più. Per gli abbracci, le foto, gli autografi e le prime dichiarazioni si dovrà aspettare domani, giorno del 28º compleanno del giocatore, o al massimo giovedì quando Gomez sarà finalmente a Firenze. Intanto oggi alle 15 Rummenigge incontrerà dell’ad Mencucci per porre le firme sul contratto che ufficializzerà il passaggio di Gomez alla Fiorentina e cancellerà gli ultimi timori dei tifosi Viola, che da oggi possono pensare in grande e magari sognare che El Torero di Riedlingen riesca a riportare a Firenze uno scudetto che manca da 44 anni. Un digiuno troppo lungo per una squadra e un club come quello Viola, che da ieri ha confermato di essersi conquistato attenzione e rispetto anche in Europa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: