Pubblicato da: federicologiudice | 26 luglio 2013

“Guardiola, sarò il tuo Mourinho”

KLOPP “accoglie” il nuovo grande rivale.

Domani Borussia-Bayern per la Supercoppa

ImmagineImmagine

Federico Lo Giudice

MONACO DI BAVIERA Il primo duello. Il mondo del calcio domani sera rivolgerà sguardo e attenzioni a Dortmund, dove Borussia e Bayern si contenderanno la Supercoppa di Germania. Ma ad attirare la curiosità sarà soprattutto la sfida che si giocherà a bordo campo tra Jürgen Klopp e Pep Guardiola. Il tecnico che ha dato un nuovo volto al calcio tedesco, contro quello che proverà a rivoluzionarlo. Due modi diversi di vivere e vedere il calcio: eccentrico e spontaneo quello di Klopp, controllato e metodico quello di Guardiola. Sarà la prima sfida tra i due, ma nonostante questo si preannuncia già calda e pronta a ricalcare le orme di quella che l’allenatore catalano ha vissuto e “sofferto” a tempi del Barcellona con Mourinho. A surriscaldarla sono state le parole rilasciate da Klopp negli ultimi mesi, mentre Guardiola si riposava e studiava tedesco nel suo esilio dorato di New York.

SCINTELLE Frecciate che hanno avuto il loro inizio lo scorso dicembre, poco dopo l’ufficialità dell’arrivo di Pep come successore di Jupp Heynckes, facendo intuire subito che tipo d’accoglienza, almeno a Dortmund, avrebbe ricevuto l’ex tecnico dei blaugrana. “Voglio essere il nuovo Mourinho per Guardiola. Voglio essere un avversario scomodo per il Bayern Monaco nelle prossime stagioni. Io mi comporterò bene con lui, ma se non gli piace non è un problema mio”. Una prima stoccata a cui ne seguì una seconda ad aprile, subito dopo i sorteggi delle semifinali di Champions League che accoppiarono il Bayern al Barcellona: “scommetto il c..o che Sammer e Guardiola si telefoneranno”. Insomma, le premesse per una “battaglia” sembrano esserci tutte, anche considerando che a Dortmund non hanno ancora dimenticato lo lo “scippo” di Mario Götze e quello tentato, e solo rinviato di una stagione, di Robert Lewandowski.

ASPETTATIVE Un duello, dunque, contro il Bayern e Guardiola che Klopp non ha nessuna intenzione di perdere. Vincere per dimostrare che anche il suo modo di fare calcio può essere divertente e vincente come quello dello spagnolo. Vincere per vendicare la sconfitta dello scorso maggio a Wembley nella finale di Champions League. Vincere per essere il primo a fermare i campioni d’Europa e il loro allenatore. Ma soprattutto vincere perché gli occhi di gran parte dei tifosi tedeschi saranno puntati più su di lui che sul suo collega catalano. In molti, infatti, si aspettano che il Dortmund riesca a rendere più terrestre un Bayern che in questa prima parte di stagione ha dimostrato di essere di un altro pianeta, dando così l’illusione che la prossima stagione non sia già chiusa ancora prima di iniziare.

SERENITA’ Al contrario del suo “nemico”, Guardiola non ha rilasciato dichiarazioni al vetriolo. Il catalano ha dato  quasi l’impressione di snobbare questa partita con il suo silenzio e la sua assenza, giustificata, nella conferenza stampa di presentazione del match. Ma è solo un’impressione, perché dopo la vittoria di mercoledì contro il Barcellona il tecnico di Santpedor ha imposto ieri e oggi una doppia seduta di allenamento a porte chiuse. Niente tifosi, niente giornalisti e soprattutto niente occhi indiscreti che potrebbero carpire le sue scelte tattiche per la sfida contro il Dortmund. Nuove usanze che in casa bavarese nessuno, dirigenza in testa, ha “osato” criticare. Nessuna protesta, anche da parte dei tifosi abituati da sempre a seguire gli allenamenti della loro squadra, perché dopo appena un mese dal suo arrivo tutti sono rimasti ipnotizzati da Guardiola e dal suo modo di fare. Un’attrazione generata dai risultati e dal gioco espresso sino ad ora dalla squadra, che ha spazzato via anche le più radicate perplessità sul successore di Jupp Heynckes. A chi ancora si domanda come potrà migliorare una squadra capace di vincere tutto, Guardiola proverà a rispondere domani sera andando a conquistare il primo trofeo ufficiale della stagione: lo stesso che lo scorso anno diede il via alla cavalcata trionfale dei bavaresi. Un successo per cominciare col piede giusto la nuova stagione, ma soprattutto per conquistare la prima battaglia contro il suo nuovo “nemico”.

Immagine

ANNO VINCITORE POSIZIONE NELLA  STAGIONE 
2013
2012 Bayern Monaco    1
2011 Schalke 04    3
2010 Bayern Monaco    3
2009 Werder Brema    3
2008 Borussia Dortmund    6
1996 Borussia Dortmund    3
1995 Borussia Dortmund    1
1994 Werder Brema    2
1993 Werder Brema    8
1992 Stoccarda    7
1991 Kaiserslautern    5
1990 Bayern Monaco    2
1989 Borussia Dortmund    4
1988 Werder Brema    3
1987 Bayern Monaco    2
1983 Bayern Monaco    4
1977 Borussia Mönchengladbach    1

 

 

Dal 2010 la Supercoppa di Germania (come dal 1987 al 1996) è ufficialmente una competizione della DFB (Deutscher Fußball-Bund). Nel 1977, 1983, 2008 e 2009 ad organizzare la competizione sono stati gli stessi club. Solo tre volte (2012, 1995 e 1977)  la competizione è stata vinta dalla squadra che a fine anno si  aggiudicata anche il campionato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: