Pubblicato da: federicologiudice | 4 ottobre 2013

Una Fiore all’occhiello

 

 

Immagine

 

DNIPRO-FIORENTINA 1-2

MARCATORI: st 8’ Rodriguez (rig), 12’ Seleznyov (rig), 28’ Ambrosini 

DNIPRO (4-4-2): Boyko 6; Mandzyuk 6 (34’st Gama ng), Mazuch 6, Cheberyachko 6, Strinic 6; Fedetskiy 6 (13’st Matheus 6.5), Rotan 5.5, Kankava 6, Konoplyanka 5.5; Seleznyo 7, Zozulya 6.5. A disp. Lastuvka, Douglas, Kobakhidze, Shakhov, Politylo. All. Ramos 6

FIORENTINA (3-1-4-2): Neto 6.5; Roncaglia 6.5, Gonzalo 7.5, Compper 6.5; Pizarro 6; Cuadrado 6.5 (st’ 32 Joaquin 6), Bakic 6 (9’ st Borja Valero 7.5), Ambrosini 8, Alonso 6.5; Matos 7, Fernandez 6.5 (40’st Tomovic ng). A disp. Munua, Savic, Madrigali, Gulin. All. Montella 7

ARBITRO: Marciniak (POL) 5 

NOTE: Angoli: 9 a 2 Dnipro. Ammoniti: Bakic, Cuadrado, Fernandez. Espulso: Pizarro per doppia ammonizione

 

Federico Lo Giudice

Più di una vittoria. Il successo della Fiorentina contro il Dnipro ha un valore superiore a quello del primato nel girone di Europa League. I tre punti ottenuti alla Dnipro Arena, infatti, sono i più importanti conquistati dalla Viola di Vincenzo Montella in questa prima parte di stagione. Sono quelli che potrebbero trasmettere quelle certezze e sicurezze che sono mancate ai viola in alcuni dei match, vedi Inter e Parma, giocati sino ad ora. 

COESIONE  I segnali arrivati dalla trasferta in Ucraina, infatti, sono di quelli importanti. Il primo è la forza del gruppo. Montella alla vigilia aveva chiesto ai suoi giocatori una prova di carattere contro una squadra con maggiore esperienza in campo europeo. Gonzalo e compagni hanno fatto di più fornendo non solo una prestazione di forza, ma anche di qualità nonostante un terreno di gioco reso dalla neve e dalla pioggia più simile a una fetta di Emmenthal che a un campo di calcio. 

Il secondo è la maturità mostrata dalla squadra. Le assenze di Pepito Rossi, Gomez, Aquilani, Ilicic insieme alle non ottime condizioni di Cuadrado potevano pesare e tanto su un match così delicato, ma soprattutto rappresentare la migliore attenuante per giustificare una sconfitta. Non è stato così, o meglio i giocatori scesi in campo non hanno voluto che fosse così. La prestazione di Ambrosini, il migliore in campo, ma anche quelle di Compper, Matos e dei soliti Gonzalo e Borja Valero sono il simbolo della prova di furore e orgoglio offerta dalla Fiorentina. E che la squadra abbia fatto quel passo in avanti, sia a livello caratteriale che psicologico, richiesto da Montella si è intuito dopo il pari di Seleznyov ottenuto su un rigore concesso generosamente dal polacco Marciniak. La Viola non subisce il colpo, non arretra per difendere un pari che comunque sarebbe stato positivo, ma reagisce giocando il suo calcio fatto di tecnica e palla a terra e affidandosi alle giocate di Borja Valero e all’esperienza dell’ex capitano del Milan che segna la rete del nuovo sorpasso viola. 

L’ultimo segnale è lo spirito di sacrificio mostrato dalla squadra. Due le immagini che lo rappresentano in modo perfetto. La prima il salvataggio di Gonzalo sull’errore ad inizio gara di Neto. Qualcuno, forse, leggerà quell’intervento come la dimostrazione di una mancanza di fiducia del gruppo nei confronti del brasiliano. Ma in quell’intervento c’è l’anima di una squadra che dimostra di essere compatta, che ha intuito il momento non facilissimo del suo portiere e che è pronta ad aiutarlo e a difenderlo. Il secondo è Matos. Il brasiliano corre, si propone in avanti e torna a coprire in difesa anche quando i crampi lo costringono a giocare gli ultimi minuti zoppicando. E’ questo quello che Montella voleva e aspettava ancora dalla sua squadra. Una   Fiorentina che a Dnipropetrovsk è diventata grande, nonostante infortuni, un pizzico di sfortuna e qualche incertezza che hanno “macchiato” questo inizio di stagione. La sfida con la Lazio è vicina ed è quella che potrebbe e dovrebbe confermare la crescita della Viola, ma ora i tifosi viola dovrebbero pensare e godersi solo  questa vittoria ottenuta con le armi di una grande squadra: gioco, carattere e sacrificio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: